image_pdfimage_print

Testo e foto: Martorano Fabio

Arrivano le foto e i commenti sui raduni svolti nel corso di questo inverno.

I raduni invernali del club in questo nuovo anno sono cominciati con il Capodanno di  Hermagor in Austria, le cui immagini sono già state pubblicate sul sito. Poi è seguito il raduno di  Pozza di Fassa, ideato nuovamente  dal club per seguire la manifestazione più famosa dello sci da fondo: quella della Marcialonga. Ottima la neve e il clima che ci ha accolti.

Carnevale e Settimana Bianca

A febbraio invece si è svolto il raduno della settimana bianca. Due le località prescelte dai soci:  Seefeld, in Austria, per gli appassionati di nuovi siti invernali. Grande la  curiosità per la località, che è  rinomata in Austria al pari della nostra Cortina d’Ampezzo. Il raduno previsto andava da venerdì 12 febbraio a martedì 17 febbraio (martedì grasso).

Seefeld: questa valle è piaciuta per le opportunità varie e qualitative che può offrire. Una scelta azzeccata dal Direttivo, il quale aveva concordato con la direzione del Campeggio “Camp-Alpin” anche una convenzione apposita per i giorni del soggiorno.

Ma parlare di Seefeld equivale a parlare del regno del “LANGLAUF”. Infatti con le vicine Leutasch, Mösern, Reith e Scharnitz, Seefeld rappresenta l’area sciistica per lo sci da fondo più estesa d’ Europa. Piste che sono l’orgoglio dei locali oltreché dello sport invernale. E poi le passeggiate nei boschi e sui prati innevati: stupende. Si sprigionano ovunque. Sono perfette e curatissime. Bisognerebbe vederle per rendersene conto, in quanto vengono curate mediante l’impiego di appositi macchinari. Un’organizzazione che lascia il segno.

Dobbiaco = Gli amanti della Val Pusteria (numerosi) non sono rimasti delusi dalle attese:  si sono potuti godere delle splendide giornate. Poi le  nevicate finali hanno offerto cornici e scenari  suggestivi. A parte un’ondata di scirocco nelle giornate di mercoledì 17  e giovedì 18, che aveva portato neve in quota e pioggia sul fondovalle, le nevicate di abbondanti hanno apportato gioia e paesaggi incantevoli.  I ritrovi serali nelle baite e nei camper e la cena di commiato hanno caratterizzato l’unione e l’armonia tra i partecipanti.

Ciaspolata domenicale

La neve ha dato impulso alle attività sportive preferite. Visti i pericoli di slavine in alta quota, i ciaspolatori camperisti hanno preferito intrufolarsi nei boschi intorno al campeggio.  Hanno potuto  ammirare immagini straordinarie. Eccone alcune davvero significative. 

Un saluto e un ringraziamento a tutti i partecipanti che hanno aderito e collaborato per la riuscita delle attività del club. Alla prossima. (Fabio M.)

[print_link]

[email_link]